fbpx

Le migliori piante afrodisiache tra cui la moringa

Le migliori piante afrodisiache tra cui la moringa

La mancanza di desiderio sessuale, spesso chiamata calo della libido, ha in realtà un “suo” termine scientifico “Anafrodisia“, in parole povere parliamo della perdita parziale o totale del desiderio sessuale di un soggetto, che sia uomo o donna.
Non possiamo chiamarla una vera e propria malattia, parliamo piuttosto di un disturbo o una condizione psicofisica che si presenta sia negli uomini che nelle donne e che incide negativamente sulla vita di una persona e sul suo benessere generale.

Le cause della mancanza di libido sono principalmente due, in un numero minore di casi è di natura fisica e, nella maggior parte dei casi, è di natura psicologica.
Più in particolare parliamo di problemi legati a malattie psicofisiche congenite o acquisite (alterazioni ormonali, blocchi psicologici, stress severo), difficoltà nel rapporto di coppia, disfunzioni sessuali, varie problematiche psicologiche come i disagi psicoemotivi.

In tutti questi casi, ansia e frustrazione possono sovrastare l’equilibrio psicofisico generale dando origine a dei veri e propri disturbi sessuali.
In ultimo, non va sottovalutata l’incidenza negativa sul calo del desiderio sessuale di altri elementi quali la stanchezza fisica o mentale, lo stress della vita quotidiana, eventuali frustrazioni derivanti da problemi sul lavoro, particolari preoccupazioni.

Sicuramente ci sono comportamenti e situazioni di coppia che sono di enorme importanza per aumentare la libido come creare particolari atmosfere per ritrovare l’intimità e sentirsi complici, trascorrere piacevoli e rilassanti momenti insieme e volendo seguire una dieta specifica con l’aggiunta di piante afrodisiache.

Come aumentare la Libido con alcune piante afrodisiache

C’è la possibilità di trovare un importante contributo per vincere il calo della libido in alcune piante, con particolari caratteristiche afrodisiache e in grado di stimolare l’eros e migliorare le capacità sessuali.
Tali piante sono in realtà delle erbe, le quali agiscono direttamente sul sistema circolatorio e favoriscono in tal modo un aumento dell’irrorazione sanguigna degli organi genitali.
L’azione di queste piante si sviluppa in diverse maniere, ad esempio contrastando l’affaticamento psicofisico, inoltre grazie anche alla loro azione stimolante, possono agire direttamente sul sistema endocrino, aumentando di fatto la libido e, di conseguenza le performance sessuali.

Alcune altre piante afrodisiache agiscono, invece, direttamente sul sistema ormonale, ciò consente di regolare in maniera più equilibrata la secrezione delle ghiandole (surrenali, ipofisi e pancreas). Tra i loro principali benefici vi sono l’aumento della fertilità, la cura della secchezza vaginale, l’incremento dell’energia fisica e del desiderio sessuale e, oltretutto, sono un forte agente contro la depressione.

E’ importante evitare di preparare infusi, tisane o altro, senza prima aver consultato uno specialista in erbe medicinali, anche se generalmente queste piante ed erbe non hanno particolari effetti collaterali; tuttavia vi sono persone che possono avere delle particolari intolleranze o addirittura essere soggetti ad allergie.

Le 5 Migliori Piante Afrodisiache

Le piante che fanno parte del mondo delle piante afrodisiache sono davvero numerose, ne citiamo solo alcune, considerate tra quelle che portano i maggiori effetti benefici, in particolare nell’attività sessuale:

Moringa

– La Moringa: viene in genere chiamata “Moringa oleifera“, è una pianta appartenente alla famiglia delle Moringaceae e fa parte di quell’insieme di piante che prosperano soprattutto in zone dal clima mite, è infatti tipica delle aree tropicali ed equatoriali della Terra. Se la pianta si trova in ambienti adatti, può fiorire fino a tre volte in un anno. 
La Moringa ha molteplici proprietà note, ad esempio favorisce la digestione e la perdita di peso, aiuta a combattere la febbre, ha azioni antiossidante e antinfiammatoria, è benefica per la salute degli occhi, favorisce il sonno, è utile contro pelle secca e acne ed è benefica per i capelli. Se ti interessa approfondire le Proprietà della Moringa puoi cliccare sul link.
Oltre a questo, la Moringa è un forte afrodisiaco i cui effetti sono molto validi sia per gli uomini che per le donne.

Per acquistare la Moringa ci si affida generalmente alle erboristerie e ai negozi specializzati in prodotti naturali, ma c’è da dire che nel nostro Paese non è ancora molto diffusa, può quindi non essere semplice trovarla per cui spesso si compra lo Moringa Online. In tal senso è molto importante prestare attenzione in quanto c’è il rischio di trovare in commercio prodotti con specie di Moringa che potrebbero non essere certificati o non essere naturali al 100%: ed è evidente che per avere tutte le straordinarie proprietà di questa pianta è necessario che sia del tutto naturale, ancor meglio se di origine Biologica come lo nostre capsule di Moringa.

La Moringa si può trovare sotto diverse forme quali capsule, polvere, tisane o infusi, farina, semi, oli. In particolare le capsule di Moringa oleifera sono la miglior soluzione, non solo per una più semplice assunzione, ma soprattutto per e avere la massima efficacia e ottenere il massimo dei benefici. 

Anche l’opinione pubblica internazionale presta grande attenzione alla Moringa e ai suoi benefici afrodisiaci; citiamo alcuni esempi.

Fonte: https://www.feraMoringa.com
“Moringa can also improve your sex life? Studies have found Moringa to be a performance enhancer and an aphrodisiac”
“La Moringa può anche migliorare la tua vita sessuale? Gli studi hanno rilevato che la Moringa è un potenziatore delle prestazioni e un afrodisiaco”

Fonte: https://www.dailymail.co.uk

“Moringa can be taken in tea, tablet or powder form and is thought to help the body recover from exercise and could also increase sex drive”
“La Moringa può essere assunta in forma di tè, compresse o polvere e si pensa che aiuti il corpo a riprendersi dall’esercizio e possa anche aumentare il desiderio sessuale”

Fonte: https://www.ncbi.nlm.nih.gov
“Erectogenic and Aphrodisiac Property of Moringa oleifera”
“Proprietà erettogenica e afrodisiaca della Moringa oleifera”

Ginseng

– Il Ginseng: è una radice che proviene dalla Cina e dalla Korea ed è principalmente impiegata a fronte di stati di affaticamento, piuttosto che per aumentare la resistenza fisica e mentale. In ambito sessuale alcuni principi attivi del Ginseng come i ginsenosidi, possono stimolare l’afflusso del sangue al corpo cavernoso, permettendo quindi una più energica e vigorosa erezione.

Queste proprietà hanno sollecitato la comunità scientifica a compiere degli studi, attraverso i quali si è cercato di rilevare il tipo di azione della pianta e i suoi principi attivi, al fine di studiare adeguate terapie contro l’impotenza, le disfunzioni erettili nell’uomo e per ravvivare la libido femminile.
Il Ginseng pare abbia anche effetto sull’asse ipotalamo-ipofisi-ghiandole surrenali, con un aumento del livello di corticosteroidi nel circolo sanguigno, con conseguente aumento del senso di vitalità e del piacere sessuale.

Il Ginseng si può assumere in diversi modi, ad esempio se ne possono masticare le radici, e alcuni credono che questo sia proprio il sistema più efficace, in alternativa si assume in capsule con gli estratti della radice, in questo caso il dosaggio giornaliero è di 200mg. I metodi che però sono più in uso sono: nel the, aggiungendo cioè un cucchiaino di radice polverizzata e bevendolo dopo averlo lasciato riposare per circa dieci minuti; oppure filtrandone la polvere, con un procedimento simile a quello del caffè, questo metodo sta sempre più prendendo piede da quando nei bar si ama prendere un ginseng proprio al posto del caffè.
Controindicazioni riguardo l’uso quotidiano del Ginseng in realtà non ce ne sono, anche se gli stessi erboristi ne sconsigliano un uso eccessivo e troppo prolungato. Un periodo di assunzione equilibrato può essere di tre o quattro settimane consecutive, con pause di almeno una o due settimane.

Maca delle Ande

– La Maca delle Ande: si tratta di un tubero, molto consigliato dalla medicina tradizionale delle Ande nei casi di fatica, stress, calo del desiderio sessuale e addirittura sterilità.
A supporto di ciò, molti studi scientifici hanno dimostrato che questi tuberi sono degli ottimi regolatori del sistema ormonale maschile e femminile e sono anche in grado di agire sulla produzione e sulla qualità del seme, possono ridurre la secchezza vaginale e aumentare il senso di eccitazione nell’uomo e nella donna.
Della Maca si utilizza la radice, ed è oggi diffusissima in tutto il mondo, che viene sfruttata per aumentare la fertilità, come equilibratore ormonale e per aumentare il desiderio sessuale.
La Maca è universalmente conosciuta come il viagra peruviano, grazie alle sue potenti capacità afrodisiache è appunto uno dei principali ingredienti nelle diete che hanno il fine di risvegliare il desiderio sessuale.

Dal momento che la Maca è a tutti gli effetti un alimento non c’è una vera e propria dose da assumere giornalmente o perlomeno ancora non ne è ancora stato stabilito uno standard, può quindi variare secondo le esigenze. Il consiglio è di assumere da 5 a 20g di radice essiccata (o farina) al giorno.

Guaranà

– Il Guaranà: viene chiamato “fonte di giovinezza” ed è una pianta che gli Indios dell’Amazzonia sfruttano per aumentare la vitalità e il vigore dell’organismo, così da prolungare la durata del rapporto.
Ha la capacità di aumentare le possibilità di raggiungere l’orgasmo oltre che di amplificarlo.
Data la presenza di caffeina, il suo effetto è simile a quello del caffè, è quindi un eccitante ed è in grado di diminuire il senso della fatica.
Anche a livello cardiaco, il Guaranà ha proprietà molto importanti, contribuisce infatti a mantenere pulite le arterie; mentre a livello psicologico può ostacolare la formazione degli ormoni che causano gli stati depressivi in età avanzata.

Generalmente del Guaranà si utilizza la polvere e il dosaggio è del tutto soggettivo, dipende dalle singole esigenze e dalle caratteristiche fisiche, ecco perché è consigliabile consultare il proprio medico. In ogni caso, un miglioramento del livello di energia si può ottenere assumendo una compresa da 200 a 800mg al giorno.

Damiana

– La Damiana: erba medicinale originaria dell’Africa e dell’America Centrale, è una pianta in grado di contrastare l’impotenza e la frigidità femminile, soprattutto se di origine psicologica. E’ composta da particolari alcaloidi che possono agire direttamente sugli organi sessuali, contribuendo alla tonificazione delle mucose degli organi riproduttivi.

Può contrastare l’ansia da prestazione, in particolare per chi soffre di eiaculazione precoce. Molti studi hanno infatti documentato gli effetti benefici della Damiana, soprattutto come stimolante sessuale.
Per quanto concerne le modalità d’uso, si consiglia di assumere 800mg di estratto secco, in compresse o in capsule, due volte al giorno (ideale al mattino o nel primo pomeriggio, comunque lontano dai pasti). Per vedere gli effetti della Damiana, si consiglia di seguire cicli di circa due settimane, con pause di una o due settimane.

Eleuterococco

– L’Eleuterococco: meglio noto come il ginseng siberiano, è utilizzato principalmente per contrastare le turbe sessuali e la frigidità femminile. La pianta di Eleuterococco si utilizza per ostacolare gli stati di stress, particolari momenti di stanchezza e quando è necessaria un’importante risposta del proprio fisico a fronte di importanti attività fisiche o mentali.

Particolarità di questa pianta sono i suoi principi attivi in grado di aiutare in particolare l’organismo femminile. Soprattutto le donne quando si trovano sotto stress sono particolarmente soggette a stati di ansia e una pianta come l’Eleuterococco risulta più adatta rispetto ad al Ginseng o Guaranà, che sono ricostituenti più forti.
Di questa pianta si utilizza la tintura madre e se ne assumono dalle 30 alle 40 gocce in acqua una volta a giorno, ad inizio o fine mattinata.

Ginko Biloba

Ginkgo Biloba: pianta utilizzata nella medicina popolare cinese, deve la sua fama alle importanti proprietà afrodisiache, principalmente legate ai Ginko-flavoni, che contribuiscono a regolare le funzioni circolatorie. Grazie a ciò l’estratto di questa pianta si utilizza spesso per aumentare o stimolare il desiderio sessuale, sia maschile che femminile. In particolare negli uomini, è in grado di migliorare la funzione erettile e di conseguenza le prestazioni sessuali, proprio grazie ai benefici apportati alla circolazione del sangue.

Il Ginkgo Biloba si assume generalmente in capsule, ma anche come infuso. La dose consigliata varia secondo i soggetti e va da 40 a 240mg al giorno.
Facendo un esempio, per chi ha problemi di erezione, è possibile assumere il Ginkgo Biloba in dosi di 40-80 mg per 3 volte al giorno.

ACQUISTA SUBITO LE CAPSULE DI MORINGA
Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *